Responsive image
Robert van Gulik

Il fantasma del tempio

I casi del giudice Dee

Traduzione dall'’inglese a cura di Mariapaola Déttore

in-Asia/Gialli
2010, pp. 200, 12,5x20,5cm

ISBN: 9788887510874
€ 12,00 -20% € 9,60
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 9,60
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Altre edizioni
Sinossi

Un orribile delitto si è appena consumato e il cadavere decapitato di un uomo viene gettato in fondo al vecchio pozzo.
Che legame esiste tra questo sanguinoso episodio e il furto dell'oro del Tesoriere Imperiale avvenuto molti anni prima? Chi è Giada, la ragazza morta di cui parla l'inquietante maga Tala in trance? È forse il suo spettro quello che si aggira tra le vestigia del tempio? Una serie di quesiti che sembrano sfuggire a ogni logica, capaci di mettere in crisi anche le menti più acute e razionali come quella del giudice Dee, il più celebre magistrato della Cina antica.
Un avvincente mystery in cui van Gulik fonde in modo perfetto la sua fervida invenzione con l'accurata  ricostruzione storica, in uno stile maturo e impeccabile.

Autore

Robert van Gulik

(Olanda, 1910-1967). È considerato lo scopritore del giallo cinese. Trascorre l'infanzia a Giava, si specializza in sinologia all'Università di Leiden e, dopo aver conseguito il dottorato in Filosofia a Utrecht, intraprende la carriera diplomatica in India, Cina, Giappone, Malesia, in Africa e negli Stati Uniti. Tornato in Cina nel 1943, sposa una ragazza di una nobile famiglia di mandarini. “Un uomo occidentale con il cuore orientale”: fine sinologo e scrittore, calligrafo, musicista e antropologo, conosce alla perfezione varie lingue occidentali, asiatiche e africane. Oltre ai suoi numerosi romanzi gialli, ha lasciato alcuni importanti studi sulla civiltà cinese tra i quali Erotic colour prints of the Ming period e La vita sessuale nell'antica Cina (Adelphi).