Responsive image
Victor Segalen

Il Figlio del Cielo

Cronaca dei giorni sovrani

A cura di Alessandro Giarda
Prefazione di Alessandra C. Lavagnino
Postfazione di Henry Bouillier

Occidente_Oriente
2019

ISBN: 9788869680656
€ 8,99
Acquista da Acquista da Acquista da
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Sinossi

Pubblicato postumo nel 1975 e mai tradotto prima d’ora in Italia, Il Figlio del Cielo è considerato al pari di René Leys e Stele uno dei testi cardine dell’opera di Segalen e del suo concetto di esotismo come estetica del diverso.
Dando prova di una straordinaria dimestichezza con il canone della tradizione letteraria e storiografica cinese, Segalen concepisce questo romanzo come la cronaca di un Annalista particolare incaricato dall’Imperatrice-Vedova Cixi di registrare gli atti, le parole e gli scritti “caduti dal pennello” del penultimo sovrano della dinastia Qing, l’Imperatore Guangxu.
Ne emerge la figura di un giovane malinconico, tormentato dalla sua carica di Figlio del Cielo, ovvero di mediatore tra Cielo e Terra, e schiacciato dall’eredità degli antenati e dalle immutabili tradizioni di un impero millenario. Sullo sfondo della vita quotidiana di corte e di rivolgimenti epocali che minano le già fragili fondamenta dell’Impero di Mezzo – la guerra sino-giapponese, la Riforma dei Cento giorni, il colpo di Stato di Cixi, la rivolta dei Boxer e la sua repressione da parte dei “Barbari stranieri” – va in scena la tragedia metafisica di un Amleto cinese che si dibatte in cerca di una propria identità e di un proprio posto nella Storia.

Autore

Victor Segalen

Victor Segalen (1878-1919) scrittore, poeta, etnografo, archeologo è uno dei grandi intellettuali “irregolari” del Novecento francese. Imbarcato come medico di marina, nel 1903 giunge a Tahiti dove scopre le ultime opere di Gauguin e la civiltà maori traendo ispirazione per Les Immémoriaux. Nel 1909 parte per la Cina, dove soggiornerà a più riprese fino al 1914 prendendo parte a importanti e avventurose spedizioni archeologiche. Dall’incontro con la cultura cinese nascono opere come René Leys, Il Figlio del Cielo, Stèles ed Equipée. Muore in circostanze misteriose a Huelgoat nel 1919. La maggior parte dei suoi testi, rimasti inediti in vita, saranno riscoperti e pubblicati a partire dagli anni Cinquanta del Novecento.

Eventi

Centenario della morte di Victor Segalen

21/05/1919 – 21/05/2019

Recensioni
Marco Del Corona, «La Lettura del Corriere», 23/06/2019

Zucca senza polpa

Simone Pieranni, «il manifesto», 25/05/2019

Cronache dal tempo che non torna

Daniele Abbiati, «Il Giornale», 12/05/2019

Così la Cina abbandonò il suo "Figlio del Cielo"