Responsive image
Paolo Ferrari

De Absentiae Natura

Intorno alla nascita d'altro Universo

Prefazione di Gio Ferri
Postfazione di Luciano Eletti

agli-estremi dell'Occidente
2015, pp. 400, 12,5x20,5

ISBN: 9788897332992
€ 24,00
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 24,00
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Sinossi

Fin dal suo esordio con un Preludio che si presenta con i termini di Rimbalzo, Contrazione, Probabilità relativamente alla nascita del nostro Universo, il poema scopre il suo intendimento: narrare in forma di poesia le leggi scientifiche che disegnano e interpretano l’esistenza d’un universo qual è quello che abitiamo. Eventualmente d’un ulteriore mondo dell’esistenza possibile, che sta alla base del mondo consueto. Ma è privo di quell’evidenza eccessiva con cui solitamente l’universo tende a mostrarsi ai nostri occhi.
Siamo di fronte a un’Assenza e ad Absentia; con un ordito dei suoi versi di specifica invenzione s’investiga il cuore pulsante della natura, un poema ‘invasivo’ come dice nella prefazione Gio Ferri, un poema di circa 12.000 versi, ampio com’è ampio l’Universo, capace di autodeterminare i propri confini: la parola poetica, modulata da un fraseggio contrappuntistico continuamente variato – l’Autore è anche musicista e compositore – fa emergere in altro modo, nello stretto accoppiamento delle ‘scienze umane’ con le ‘scienze dure’, le teorie e le leggi che regolano il comportamento della natura che la fisica e la biologia già sono in grado di formulare. Si scopre da subito un universo che, ben diversamente da quanto si presenta alle nostre percezioni o al pensiero immediato, in realtà è. E sul limitare di questo suo essere già è altro da sé e si volge alla sua Assenza, o Absentia, e al suo potenziale divenire (altro da sé).
L’Assenza, l’alterità di cui questo poetare mostra la propria parola, capace di oscillare fin dalle sue radici – sono in fase di ricerca anche una sua esplorazione ed esplicazione orali – dischiudono e danno origine a un nuovo modo di concepire l’universo-mondo: disegnano un grande affresco che, nelle sue parti ora dichiarate, ora celate come dietro a un velo, prospetta un futuro possibile, già per altro in atto.

Autore

Paolo Ferrari

è scienziato, letterato, artista, musicista, laureato in medicina e analista, studioso delle attività nervose superiori, in particolare dell'asistema in-assenza da lui per primo indagato. È fondatore e presidente del Centro Studi Assenza di Milano. Dopo i primi lavori scientifici, esordisce in campo letterario nel 1978 con il romanzo Paolo e il suo compagno senza morte (Apollinaire di Guido Le Noci). Seguono il poema Europa o l’Assenza, l’opera teatrale Astratta Commedia (Campanotto), il romanzo filosofico In-morte assente (O barra O). Vince il Premio Lorenzo Montano nel 2008 con Saggio-poema del pensareassente e nel 2013 con la prosa Memorie d’Inciampo. Nel periodo 2013-2015 per O barra O escono Homo-Abstractus. 1364 aforismi/strofepensiero, la raccolta di poesie I colpi del-Nulla. Poesie dell’Inconoscibile. Con il segno – (meno), il poema scientifico De Absentiae Natura. Intorno alla nascita d’altro Universo. Del 2016 il saggioromanzo La destituzione del Giorno del Giudizio (Aracne). Usciranno, nel 2017, l’opera in prosa Opusminus-0 e la raccolta di poesie I sentimenti gloriosi. Con l’équipe multidisciplinare del Centro Studi Assenza ha realizzato Installazioni artistico-scientifiche site specific quali Un nuovo paesaggio nutre il viandante nei territori di Gaggiano, Cisliano e alla Darsena di Milano, e il progetto architettonico-artistico nelle Case per stranieri minori non accompagnati (Case oltre-la-soglia). In essi la parola poetica entra come gesto e segno (scrittura) accanto alle opere pittoriche a far loro da contrappunto e in dialogo con gli abitanti del territorio.

Recensioni
Poesia, 01/12/2016

Sentimenti Gloriosi

Franco Manzoni, Corriere della Sera LA LETTURA, 27/03/2016

L'universo in 11 mila versi

Livio Partiti, Il posto delle parole, 06/02/2016

Paolo Ferrari "De Absentiae Natura"

Materiali

La parola/la cosa: lettura di Erika Carretta da De Absentiae Natura


Conversazione con Livio Partiti - "Il posto delle parole" 6/02/2016 (parte 1)


Conversazione con Livio Partiti - "Il posto delle parole" 6/02/2016 (parte 2)