Responsive image

Fonti per lo studio della civiltà coreana vol.I

Dalle origini al periodo Koryo (1392)

A cura di: Peter H. Lee

in-Asia
2000, pp. 443, 16,5x24,4cm

ISBN: 9788887510010
€ 30,99 -20% € 24,79
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 24,79
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Sinossi

O barra O edizioni propone il caso Corea. Per millenni mediatore originale delle grandi culture dell'Estremo Oriente, abile a plasmare nei tempi la sua fisionomia culturale in modo variegato, pragmatico e duttile, il mondo coreano è ancora pressoché sconosciuto, nonostante il peso assunto come nazione sulla scena mondiale.

L'OPERA

E' il lavoro più esaustivo pubblicato in italiano sulle tradizioni sociali, intellettuali e religiose della Corea, dall'antichità sino al 1945. Porta finalmente luce sui sistemi di pensiero, credenze, usi e costumi che la nazione coreana ha considerato vitali e fondanti la propria società e cultura.
Ogni volume, per ogni periodo storico trattato, si articola in un'ampia introduzione storica, significativi testi dell'epoca (documenti storici e della vita sociale, scritti religiosi, trattati filosofici, racconti tradizionali e leggende, poesie e passi letterari) con relativi commenti e analisi critiche. Suddivisione dell'opera :
vol. 1° : -periodo dei Tre Regni e Silla (57 a.C.- 935) -periodo Koryo (918-1392)
vol. 2° : -periodo Primo Choson (1392-1600) -periodo Tardo Choson (1600-1860)
vol. 3°: -periodo Moderno (1860-1945) e apparati (glossario, bibliografia, indice analitico).

IL CURATORE
Peter H. Lee: Professore di coreano e letteratura comparata presso il Dipartimento di Lingue e Letterature dell'Asia dell'Est all'Università di California (Los Angeles). Cura l'edizione insieme con Hugh Kang per il periodo Koryo, Yongho Ch'oe per il Primo Choson, Don Bake per il Tardo Choson, Han-Kyo Kim per il periodo Moderno.


LE EDIZIONI

La prima raccolta di fonti fu pubblicata in Corea in 5 volumi (pp.2383).
L'edizione inglese in due volumi ne è una selezione (Sourcebook of Korean Civilization, Columbia University Press, New York 1993, 1996).
L'edizione italiana in tre volumi, traduzione della precedente, è arricchita dalla prefazione e dai disegni storici di Maurizio Riotto, docente di Lingua e Letteratura coreana all'Università degli Studi di Napoli "L'Orientale", e raggruppa gli apparati (glossario, bibliografia, indice analitico) nel terzo volume.

I VOLUME

… La Corea ha svolto, nella storia culturale dell'Estremo Oriente, un ruolo di mediazione determinante. Posta fra il continente e le isole dell'arcipelago giapponese, la penisola coreana ha avuto le funzioni di un autentico ponte, ricevendo idee ed esperienze dalla Cina, rielaborandole alla luce di una cultura peculiare, che nulla ha originariamente a che vedere con quella cinese (essendo piuttosto simile a quelle centroasiatiche e della Siberia Orientale), e poi cedendole al Giappone sotto forma di artisti e pensatori… Né bisogna pensare che la Corea si sia limitata ad essere una sem-plice base di “esportazione” della civiltà cinese; al contrario, essa ha sempre avuto modelli culturali assolutamente autonomi ed estranei tanto alla Cina quanto al Giappone.

(dalla Presentazione di Maurizio Riotto)

Materiali

a cura di Peter H. Lee